Mese: ottobre 2017

Educazione e Benessere Sessuale

Postato il Aggiornato il

Sabato 21 Ottobre 2017 si è tenuto a Roma presso l’Opera San Pio X, il seminario dal titolo “Educazione e Benessere Sessuale”   all’interno del Progetto Torno Subito della Regione Lazio.

I partecipanti sono stati 86 ed è stato incredibile! Tra commenti, domande ed esperienze è stato per me un piacere confrontarmi con un pubblico appassionato fra i quali si annoveravano studenti di psicologia, psicologi, ostetriche ed altri professionisti.

Il seminario è iniziato con la presentazione della dott.ssa Maria Palmisano, psicologa e cuore e cervello della Sipea Onlus, successivamente la parola è passata alla dott.ssa Roberta Autore.

La relazione è iniziata con la presentazione del progetto “Sportello d’ascolto sessuologico” del bando Torno Subito che offre la possibilità di partecipare a seminari gratuiti sulla sessuologia ed anche di usufruire di consulenze sessuologiche individuali e di coppia, entro dicembre 2017 grazie alla collaborazione con Sipea Onlus partner del progetto.

Successivamente si è discusso sulla “Dichiarazione sulla Salute Sessuale per il Millennio” ed in particolar modo della Salute Sessuale.
Secondo l’OMS “la salute sessuale è uno stato di benessere fisico, emotivo, mentale e sociale relativo alla sessualità; non consiste nella semplice assenza di malattie, disfunzioni o infermità. La salute sessuale richiede un approccio positivo e rispettoso alla sessualità e alle relazioni sessuali come pure la possibilità di fare esperienze sessuali piacevoli e sicure, libere da coercizione, discriminazione e violenza. Per raggiungere e mantenere la salute sessuale, i diritti sessuali di ogni essere umano devono essere rispettati, protetti e soddisfatti .”

Diritti Sessuali
Comprendono il diritto di tutti gli esseri umani, liberi da coercizione, discriminazione e violenza a:

  • Raggiungere il più alto livello di salute sessuale possibile
  • L’accesso ai servizi sanitari per la salute sessuale e riproduttiva
  • Ricercare, ricevere e divulgare informazioni relative alla sessualità
  • L’educazione sessuale
  •  Il rispetto per l’integrità fisica
  • Scegliere il proprio/la propria partner
  • Decidere se essere o meno sessualmente attivi
  • Relazioni sessuali consensuali
  • Matrimonio consensuale
  • Decidere se, e quando, avere figli
  • Ricercare una vita sessuale soddisfacente, sicura e piacevole

L’esercizio responsabile dei diritti umani ovviamente richiede che tutti gli esseri umani rispettino i diritti altrui.

Inseguito si è parlato di Educazione Sessuale intesa come modalità per apprendere relativamente agli aspetti cognitivi, emotivi, sociali, relazionali e fisici della sessualità.

C’è stato quindi un confronto fra la condizione italiana e quella del resto del mondo.

Interessante ad, esempio, l’approccio norvegese, di cui vi lascio il link di alcuni video presenti su youtube molti con sottotitoli in inglese: Video Educazione Sessuale Norvegese

E dunque perché educare alla sessualità?

  • La sessualità è una componente centrale dell’essere umano
  • L’educazione sessuale informale è inadeguata per la società moderna
  • I giovani sono esposti a informazioni da molteplici fonti, alcune delle quali non corrette E’ necessario salvaguardare e promuovere la salute sessuale (OMS, 2010)

Dopo è stato molto interessante confrontarsi con i partecipanti sugli stereotipi di genere grazie alla visione di un simpatico spot degli anni 90′ per le “donnine di casa“.

Siamo poi passati a commentare le Linee guida dell’OMS per l’Educazione Sessuale in Europa tradotte dalla FISS (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica).

L’intero testo molto utile per chiunque voglia informarsi sul tema è visionabile inversione PDF cliccando il seguente link: Educazione Sessuale in Europa

Dopo aver presentato alcune possibili attività da svolgere con i ragazzi (termini sulla sessualità; la mia opinione su; saper dire di no) si è passati a parlare dell’educazione sessuale in famiglia e dell’importanza dei genitori (qui alcuni link per una G.P.G Guida Pratica per Genitori).

Con alcune domande ed esperienze dei partecipanti si è quindi conclusa questa bellissima serata.

Ringrazio con tutto il cuore lo staff della Sipea Onlus che mi ha aiutato e sostenuto in ogni fase della realizzazione di questo seminario in particolar modo Giancarlo SantoniMaria Palmisano Maria Angela Spadafora che hanno creduto in me e in questo progetto.

Per i partecipanti al seminario gratuito vi invito a recensire il seminario sia tramite il questionario di monitoraggio che vi sarà arrivato via mail sia mediante una testimonianza sui miei portali online.

Infine ringrazio tutti i partecipanti per la loro presenza vivace e dinamica. Spero di rivedervi ai prossimi seminari! Ecco qualche foto dell’evento:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infine ricordo che è possibile iscriversi anche agli altri singoli seminari inviando una mail a info@sipea.eu spero di rivedervi presto!

seminari di sessuologia

COPYRIGHTS Tutti i diritti sulle immagini e sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

Scritto da Roberta Autore

Annunci

La consulenza con i pazienti LGB

Postato il Aggiornato il

Sabato 30 Settembre 2017 si è tenuto a Roma presso l’Opera San Pio X, il seminario dal titolo “La consulenza con i pazienti LGB”  in occasione alla Settimana del Benessere Sessuale della FISS (Federazione Italiana Sessuologia Scientifica) ed all’interno del Progetto Torno Subito della Regione Lazio.

I partecipanti sono stati più di cinquanta fra i quali si annoveravano studenti di psicologia, psicologi, psicoterapeuti ed altri professionisti.

Il seminario è iniziato con la presentazione del dott. Giancarlo Santoni, psicologo e psicoterapeuta, presidente e fondatore della Sipea Onlus, successivamente la parola è passata alla dott.ssa Roberta Autore.

La relazione è iniziata con la presentazione del progetto “Sportello d’ascolto sessuologico” del bando Torno Subito che offre la possibilità di partecipare a seminari gratuiti sulla sessuologia ed anche di usufruire di consulenze sessuologiche individuali e di coppia, entro dicembre 2017.

Successivamente si sono trattati stereotipi e pregiudizi e fluidità sessuale. Grazie alla Rainbow Map dell’Ilga 2017 si è affrontato il tema dell’omofobia statale ed istituzionale.

Dopo il bellissimo corto In Heartbeat  si è discusso il tema del Minority stress, del bullismo e della doppia discriminazione. Si è poi parlato di come contrastare questi fenomeni analizzando le linee guida attualmente utilizzate in Europa e le risorse della comunità LGB locale.

Infine attraverso un sistema di buone prassi e di “errori da evitare” sono stati presentati degli esempi pratici per attuare una valida alleanza terapeutica ed un setting inclusivo per la consulenza con i pazienti LGB.  Come ultimo passaggio si sono presentati i successivi incontri gratuiti e le attività dello sportello d’ascolto sessuologico (in conclusione all’articolo vi sono tutti i riferimenti bibliografici usati per la presentazione per coloro che, presenti all’incontro, ne hanno fatto richiesta).

Ringrazio il dott. Marco Salvati per la grande amicizia e per la consulenza sui test scientifici per le persone LGB.

Ringrazio con tutto il cuore lo staff della Sipea Onlus che mi ha aiutato e sostenuto in ogni fase della realizzazione di questo seminario in particolar modo Giancarlo Santoni, Maria Palmisano e Maria Angela Spadafora che hanno creduto in me e in questo progetto.

Per i partecipanti al seminario gratuito vi invito a recensire il seminario sia tramite il questionario di monitoraggio che vi sarà arrivato via mail sia mediante una testimonianza sui miei portali online.

Infine ringrazio tutti i partecipanti per la loro presenza a volte silenziosa ma mai muta, per le loro parole e la loro commozione.

Spero di rincontrarvi presto ai prossimi seminari!

 

Ora vi lascio con le poche foto dell’evento!

 

Bibliografia del Seminario

  • Allport G. (1973), La natura del pregiudizio, La Nuova Italia, Firenze.
  • American Psychological Association, Division 44, Commitee on lesbian, gay, bisexual and transgender concerns guidelines revision task force, (2012), Guidelines for Psychological Practice With Lesbian, Gay and Bisexual Clients. In American Psychologist, 67, 1, pp.10-42
  • American Psychological Association Task Force on Appropriate Therapeutic Responses to Sexual Orientation (2009), Report of the task force on appropriate therapeutic responses to sexual orientation. American Psychological Association, Washington. Online: http://www.apa.org
  • Baret B., Logan C. (2002), Counseling gay men and lesbians: A practice primer, Brooks/Cole Publishing Company, Pacific Grove.
  • Baiocco, R. ,. (2013). Famiglie composte da genitori gay e lesbiche e famiglie composte da genitori eterosessuali: benessere dei bambini, impegno nella relazione e soddisfazione diadica. Rivista infanzia e adolescenza – Vol 12, n. 2 , pp. 99-112.
  • British Psychological Society, (2012), Guidelines and Literature Review for Psychologist Working Therapeutically with Sexual and Gender Minority Clients
  • Flebus, G.B., Montano, A. (2012). The multifactor internalized homophobia inventory. Testing, Psychometrics, Methodology in Applied Psychology, 3, 219-240
  • Fonzi, A. (2006). Bullismo. La storia continua…Dal gioco crudele alla crudeltà violenta. Psicologia Contemporanea, 197
  • Graglia M., (2012), Omofobia, strumenti di analisi e di intervento. Carocci Faber
  • Graglia M., (2009), Psicoterapia e omosessualità. Carocci Faber
  • Hatzenbuehler M. L., Pachankis J. E., Wolff J. (2012), “Religious climate and health risk behaviors in sexual minority youths: A population-based study”, American Journal of Public Health, 102: 657-663.
  • Herek G. M. (1986), “On heterosexual masculinity: some psychical consequences of the social construction of gender and sexuality”, American Behavioral Science, 29, pp. 563-77.
  • ILGA (2017), http://www.ilga-europe.org/resources/rainbow-europe/rainbow-europe-2017
  • Lingiardi V. (2007); Citizen gay. Famiglie, diritti negati e salute mentale.
  • Lingiardi V., Baiocco R., Nardelli N., (2012), Measure of Internalized Sexual Stigma for Lesbians and Gay Man: A New Scale, Journal of Homosexuality, Settembre 2012, pp. 1191- 1210
  • Lingiardi, Falanga, D’Augelli, (2005), The Evaluation of Homophobia in an Italian Sample, Archives of Sexual Behavior, Vol. 34, No. 1, February 2005, pp. 81–93.
  • Lingiardi V., Nardelli N., (2014), Linee guida per la consulenza psicologica e la psicoterapia con persone lesbiche gay e bisessuali. Raffaello Cortina Editore.
  • Lingiardi V., Taurino A., Tripodi E., Laquale M., Nardelli N., (2013), L’atteggiamento degli psicologi italiani nei confronti dell’omosessualità, Psicopuglia, 10, 10–23.
  • Meyer, I.H., Northidge, M.E. (2006) The health of sexual minorities. Public health perspectives on Lesbien, Gay, Bisexual, Transgender populations. Springer, New York
  • Maylon, A.K. (1982), Psychotherapeutic implications of internalized homophobia in gay man, in Journal of Homosexuality, 7,2, pp. 59-69
  • Off Pink Collective (Sharon Rose, Cris Stevens et al.), eds. 1996. Bisexual Horizons: Politics, Histories, Lives. London: Lawrence and Wishart.
  • Pachankis, J.E., Goldfried, M.R. (2004), Clinical issues in working with lesbian, gay and bisexual clients, in Psychotherapy: Theory, Research, Practice, Training, 41,3, pp.227-246
  • Rigliano, P., Ciliberto, J., Ferrari, F. (2012), Curare i gay? Oltre l’ideologia riparativadell’omosessualità. Raffaello Cortina, Milano.
  • Shelton K., Delgado-Romero E. (2011), Sexual Orientation Microaggressions: The experience of Lesbian, Gay, Bisexual and Queer Clients in Psychotherapy, in Journal of Counseling Psychology, 58, 2, pp.210-221
  • Tucker, Naomi, ed. 1995. Bisexual Politics: Theories, Queries, and Visions. Binghamton, NY: Harrington Park Press.

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo e sulle immagini sono riservati e di proprietà dell’autore.

Scritto da Roberta Autore