fetish

La Sessuologa Risponde

Postato il Aggiornato il

Cosa succede se si rompe il preservativo? Come faccio a capire se il mio ragazzo mi tradisce? Come mai non riesco a raggiungere l’orgasmo? Come si cura la disfunzione erettile?  E’ normale…?

Queste sono solo alcune delle domande che mi sono arrivate negli ultimi tempi dagli utenti della pagina Facebook o del Profilo Instagram. Per questa ragione ho deciso di inaugurare una nuova rubrica: La Sessuologa Risponde

Lo scopo della nuova rubrica è diffondere informazioni serie, precise, attendibili, scientifiche, professionali e gratuite perché da troppo tempo noto sul web risposte poco veritiere che spesso causano più problemi che altro.

Per questa ragione ho deciso di darvi la possibilità di scrivermi sia tramite la pagina facebook, che tramite Instagram, che via mail (paroledisessuologia@gmail.com) alcuni vostri dubbi, curiosità e domande.

La sessuologa risponde sito

 

E’ totalmente garantito l’anonimato rispetto a quanto mi raccontate visto il Codice Deontologico dell’Ordine degli Psicologi che garantisce la privacy.  Risponderò, quindi, alle vostre domande senza mai fare nomi veri o senza dare informazioni che possono risalire alla persona. Per questa ragione cambierò i dati sensibili per rendere la vostra domanda completamente anonima.

Come funziona?

Voi mi mandate una domanda/curiosità/problematica ed io farò una storia Instagram con il profilo La Sessuologa Risponde che poi condividerò anche su Facebook.

Non è, quindi, una rubrica nella quale possiate raccontarmi la vostra storia di coppia ed avere un mio consiglio su cosa fare. Perché non è mai una situazione semplice e, per deontologia professionale, non posso dare consigli con un messaggio come una Posta del Cuore delle riviste scandalistiche. In questi casi magari posso trattare l’argomento in generale parlando di tradimenti, di come riaccendere la passione o simili ma in maniera aspecifica.

In alcuni casi, nei quali, come mi è capitato, mi esponete problematiche complesse, vi suggerirò di effettuare dei colloqui a pagamento presso un Sessuologo Professionista della vostra città o tramite Skype con me personalmente.

Non risponderò, quindi, alle vostre domande in privato, ma tratterò l’argomento da voi richiesto nei tempi e nelle modalità possibili in base alla quantità di richieste ricevute. Per avere un servizio personale è necessario fissare una consulenza a pagamento.

Lo scopo di questa rubrica, però, non è acquisire nuovi clienti ma diffondere una giusta informazione su tematiche come l’amore e la sessualità che sono oggi ancora un tabù.

Vi chiedo, quindi, di diffondere l’iniziativa condividendo con le vostre amiche, i vostri amici questa possibilità di ricevere informazioni chiare e professionali ai dubbi sul sesso, sull’amore e sulle relazioni.

Fatemi sapere se vi interessa questa iniziativa lasciandomi un commento sotto il mio ultimo post di Facebook o post di Instagram.

Grazie!

 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo e sulle immagini sono riservati e di proprietà dell’autore.

Scritto dalla dott.ssa Roberta Autore

 

Annunci

Oggetti d’arredamento umani: La Furniphilia

Postato il Aggiornato il

Sono qui, immobile. Sento i muscoli della gambe tendersi, strepitare cercando un movimento impossibile, le braccia mi fanno male, non ce la faccio più a tenerle sollevate, mi tremano. Ma devo resistere….

Ho resistito, il dolore è ormai piacere. Non sono più io, ma sono qui, sono presente.

Questi i pensieri che possono esserci nelle menti di uomini e donne che assumono le sembianze e le funzioni di oggetti di arredamento.

Furniphilia è il nome di questa pratica sessuale. Il termine, in italiano anche fornofilia o furnifilia, deriva da philia (amore) e dal termine inglese forniture, termine che indica appunto oggetti di arredamento ed è una pratica comune all’interno del mondo BDSM.

Si tratta di una forma di immobilizzazione senza l’uso di corde. Il soggetto diventa, all’interno di una pratica erotica, uno sgabello, una sedia, un candelabro, un tavolo e viene usato per tale funzione creando piacere grazie al dolore fisico o alla sottomissione.

furniphilia

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

Scritto da Roberta Autore

Clown Sex Party

Postato il Aggiornato il

Stanchi delle solite feste? Nessuna idea per una serata nuova ed eccitante? Noia nella vita sessuale? La soluzione per voi è il Clown Sex Party!

Coppie, single, uomini e donne consenzienti si danno appuntamento per condividere ilarità e piacere durante il sesso travestendosi da clown. In questo modo si raggiunge una sorta di anonimato, la maschera di trucco cela la propria identità ed un nuovo personaggio prende vita.

Sadico, ironico, scherzoso, sessualmente esplicito o ambiguo, il trucco e l’abito da clown permettono di vivere in maniera diversa la sessualità. Cambiare ruolo, cambiare partner, cambiare modo di vivere il sesso, il clown sex party permette tutto ciò.

Come funziona? Si sceglie un luogo e ci si procura ciò che serve: trucco, nasi di gomma, parrucche, vestiti, preservativi, lubrificanti, sex toys, una pistola spara coriandoli, palloncini di ogni forma o qualsiasi altro gadget adatto ai clown.

Prima di iniziare ogni partecipante si trucca o viene truccato in una metamorfosi graduale che permette di abbandonare le inibizioni quotidiane. Poi ognuno si presenta, dichiarando le proprie preferenze sessuali e cosa desidera per la serata. Eterosessualità, bisessualità, penetrazioni, baci, ognuno può specificare i propri limiti e desideri. Infine inizia il sex party, l’atmosfera si scalda e i clown prendono vita.

Quindi forza abbandonate l’idea dei clown che giocano alle feste dei bambini, indossate un costume ridicolo, scarpe giganti e cercate il Clown Sex Party più vicino a voi!

097352-23a98432-b7f7-11e4-b41b-d516c533d6a5

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

Scritto da Roberta Autore