La coppia

La Sessuologa Risponde

Postato il Aggiornato il

Cosa succede se si rompe il preservativo? Come faccio a capire se il mio ragazzo mi tradisce? Come mai non riesco a raggiungere l’orgasmo? Come si cura la disfunzione erettile?  E’ normale…?

Queste sono solo alcune delle domande che mi sono arrivate negli ultimi tempi dagli utenti della pagina Facebook o del Profilo Instagram. Per questa ragione ho deciso di inaugurare una nuova rubrica: La Sessuologa Risponde

Lo scopo della nuova rubrica è diffondere informazioni serie, precise, attendibili, scientifiche, professionali e gratuite perché da troppo tempo noto sul web risposte poco veritiere che spesso causano più problemi che altro.

Per questa ragione ho deciso di darvi la possibilità di scrivermi sia tramite la pagina facebook, che tramite Instagram, che via mail (paroledisessuologia@gmail.com) alcuni vostri dubbi, curiosità e domande.

La sessuologa risponde sito

 

E’ totalmente garantito l’anonimato rispetto a quanto mi raccontate visto il Codice Deontologico dell’Ordine degli Psicologi che garantisce la privacy.  Risponderò, quindi, alle vostre domande senza mai fare nomi veri o senza dare informazioni che possono risalire alla persona. Per questa ragione cambierò i dati sensibili per rendere la vostra domanda completamente anonima.

Come funziona?

Voi mi mandate una domanda/curiosità/problematica ed io farò una storia Instagram con il profilo La Sessuologa Risponde che poi condividerò anche su Facebook.

Non è, quindi, una rubrica nella quale possiate raccontarmi la vostra storia di coppia ed avere un mio consiglio su cosa fare. Perché non è mai una situazione semplice e, per deontologia professionale, non posso dare consigli con un messaggio come una Posta del Cuore delle riviste scandalistiche. In questi casi magari posso trattare l’argomento in generale parlando di tradimenti, di come riaccendere la passione o simili ma in maniera aspecifica.

In alcuni casi, nei quali, come mi è capitato, mi esponete problematiche complesse, vi suggerirò di effettuare dei colloqui a pagamento presso un Sessuologo Professionista della vostra città o tramite Skype con me personalmente.

Non risponderò, quindi, alle vostre domande in privato, ma tratterò l’argomento da voi richiesto nei tempi e nelle modalità possibili in base alla quantità di richieste ricevute. Per avere un servizio personale è necessario fissare una consulenza a pagamento.

Lo scopo di questa rubrica, però, non è acquisire nuovi clienti ma diffondere una giusta informazione su tematiche come l’amore e la sessualità che sono oggi ancora un tabù.

Vi chiedo, quindi, di diffondere l’iniziativa condividendo con le vostre amiche, i vostri amici questa possibilità di ricevere informazioni chiare e professionali ai dubbi sul sesso, sull’amore e sulle relazioni.

Fatemi sapere se vi interessa questa iniziativa lasciandomi un commento sotto il mio ultimo post di Facebook o post di Instagram.

Grazie!

 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo e sulle immagini sono riservati e di proprietà dell’autore.

Scritto dalla dott.ssa Roberta Autore

 

Annunci

Le linee guida per il sesso nella patologia cardiaca

Postato il Aggiornato il

Oggi parleremo di un argomento molto delicato, la ripresa delle attività sessuali per una persona cardiopatica o che ha subito un evento cardiaco acuto o infarto.

Da sessuologa mi capita spesso di parlare in equipe con i medici di famiglia (MMG) e con i cardiologi che spesso mi chiedono cosa dire ai loro pazienti sulla sessualità.

Di recente ne ho parlato al convegno ECM  “Il cardiopatico ischemico coronarico e la sessualità: il parere dello psicologo” presso il congresso “Il cuore a nord di Napoli” Asl Na2 Nord e al seminario della Shedir Pharma “La sessualità nella patologia cardiaca”.

In realtà il primo passo per una persona che ha subito un evento cardiaco acuto ed è in cura per riprendere in mano la propria vita è parlarne con il proprio medico ma è difficile ed imbarazzante.

Nei pazienti con malattie cardiovascolari, infatti, in particolare in quelli con cardiopatia ischemica, molti fattori favoriscono l’elevata incidenza di Disfunzioni Sessuali (DS)e Disfunzione Erettile (DE) che possono anche precedere la comparsa della malattia, ma soprattutto ne sono una sequela, perché hanno un meccanismo fisiopatologico simile e gli stessi fattori di rischio.

Negli Stati Uniti una Disfunzione Sessuale (DS) è stata riscontrata nel 33% degli uomini e nel 43% delle donne con cardiopatia ischemica.

In Italia, invece, in uno studio su 300 pazienti  (età media 62.5 anni) con dolore toracico acuto e malattia coronarica documentata angiograficamente, la prevalenza di Disfunzione Erettile (DE) è stata del 49%, distinta in lieve (14%), lieve moderata (21%), moderata (14%) e grave (51%), ed era evidente nel 70% dei casi in media 39 mesi prima della comparsa dell’angina.

Quindi, quali sono le cose più importanti da sapere?

  • I farmaci per il cuore aumentano la disfunzione erettile?

Purtroppo alcuni dei farmaci assunti per curare il cuore possono influenzare la sessualità soprattutto per quel che riguarda la perdita o diminuzione dell’erezione. La soluzione non è assolutamente quella di sospendere i farmaci!

Bisogna invece superare l’imbarazzo e parlarne con il medico perchè è sicuramente possibile cambiare farmaco o modificare alcune caratteristiche della somministrazione per annullare l’effetto negativo del farmaco sull’erezione ma solamente un medico può capire in che modo.

  • Il ruolo del partner

Vedere la persona che ami stare male è tremendo ma lo è ancora di più capire come le cose fra voi siano cambiate. L’intimità è un ricordo, si è più una madre/infermiera o un badante che un amante. Le cose però devono cambiare. Numerosi studi dimostrano, infatti, come l’intimità e la sessualità tra partner siano alcuni fra i più importanti fattori che portano ad una buona guarigione e ad una buona aderenza alla terapia. Per migliorare l’intimità di coppia è necessario riscoprirsi e riconoscersi come amanti a partire da baci e massaggi per poi inserire gradualmente il sesso. In caso il desiderio sessuale non ritorni anche un paio di colloqui di coppia dal sessuologo possono cambiare radicalmente la situazione e portare ad un benessere intimo, sessuale ed affettivo di coppia.

In sintesi, tutte queste ricerche cosa ci dicono?

Che è normale avere un calo del desiderio sessuale o una disfunzione erettile per un paziente cardiopatico ma, in entrambi casi è possibile riprendere la propria vita amorosa e sessuale. Tuttavia sono necessari alcuni cambiamenti sia dal punto di vista fisico che sessuologico.

Oggi abbiamo parlato dei possibili problemi e di alcune delle soluzioni. Mercoledì prossimo uscirà un articolo molto pratico su cosa è possibile fare e non fare tra le lenzuola con una persona cardiopatica.

Se questo articolo ti è sembrato interessate o ti è stato utile ti chiedo di condividerlo o regalare un Mi piace alla pagina facebook Parole di Sessuologia.

Se hai bisogno di un colloquio con uno psicologo o un sessuologo manda la tua richiesta e verrai contattato quanto prima:

 

Di seguito alcune foto dell’evento di ieri. Colgo l’occasione nuovamente per ringraziare la Shedir Pharma che si è dimostrata sempre attenta ai bisogni dei medici e dei pazienti.

 

Bibliografia di riferimento

  • Bunzel B., Grundboecl A. et al.  (1992) The denial of illness and its influence on the partner relationship after heart transplantation. Praxis der Psychotherapie und Psychosomatick 37.
  • Compare A., (2012) Relazione di coppia e malattia cardiaca. Clinica psicologica relazionale in psicocardiologia. Springer edizioni.
  • Lindau ST, Abramsohn EM, Bueno H, et al. Sexual activity and counseling in the first month after acute myocardial infarction among younger adults in the United States and Spain: a prospective, observational study. Circulation 2012;139:2302-9.
  • Molinari E., Compare A., Parati G.;  (2007) Mente e Cuore. Clinica psicologica della malattia cardiaca. Springer edizioni.
  • Scardi S, Chiatto M, Abrignani MG. Counseling di coppia per i pazienti con malattie cardiovascolari e i loro partner: un nuovo impegno formativo per l’ANMCO.  Cardiologia negli Ospedali 2015;203:35-6.
  • Scardi S. (2016); Perché i cardiologi trascurano la salute sessuale dei loro pazienti? Una revisione critica. G Ital Cardiol . Il Pensiero Scientifico Editore.

 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo e sulle immagini sono riservati e di proprietà dell’autore.

Scritto dalla dott.ssa Roberta Autore

Il preservativo come si usa?

Postato il Aggiornato il

Come si usa il preservativo? Ecco le istruzioni passo dopo passo della psicologa e sessuologa dott.ssa Roberta Autore per un corretto utilizzo del profilattico.

sesso protetto

Istruzioni per l’uso

  1. Prima di aprire il preservativo controlla la data di scadenza e l’integrità della confezione.
  2. Apri la confezione con attenzione per evitare di danneggiare il preservativo (attenzione ai denti, gli anelli o le unghie troppo lunghe).
  3. Verifica che il preservativo sia nella corretta posizione per infilarlo. Ricordati che il “serbatoio del preservativo” deve poter contenere lo sperma . Un trucco è ricordarsi che l’arricciamento del preservativo deve essere rivolto verso l’esterno! (Attenzione: se si prova ad inserire nel verso sbagliato occorre buttare il preservativo e sostituirlo con uno nuovo, il liquido pre-eiaculatorio può portare a gravidanza e trasmissione di malattie sessuali).
  4. Inserisci il profilattico solo quando il pene è in erezione e, in caso non si sia circoncisi, scoperchiare il glande prima dell’inserimento.
  5. Inserisci il preservativo tenendo stretto il serbatoio tra indice e pollice di una mano, appoggialo sulla punta del tuo pene e con l’altra mano inizia a srotolarlo stendendolo su tutta l’asta del membro fino alla base in modo da coprirlo tutto. (Attenzione: non vi devono essere bolle d’aria all’interno del preservativo altrimenti si rischia la rottura del profilattico).
  6. A rapporto terminato stringere la base del preservativo per evitare che lo sperma fuoriesca.
  7. Sfilare il preservativo e verificarne l’integrità.
  8. Annodare e buttare il preservativo.

Come-mettere-il-preservativo

Tipologia di lubrificanti

I lubrificanti più diffusi sono a base acquosa o oleosa (es. olio per bambini). E’ fondamentale che, con l’uso di preservativi, si ricorra eventualmente ad i lubrificanti a base acquosa.

Quelli a base oleosa, infatti, possono danneggiare gravemente il preservativo compromettendone l’integrità.

lubrificanti esperto

Tipologia di preservativi

Esistono tantissimi tipologie diverse di preservativo in base alla grandezza (ricorda di scegliere quello più adatto a te, è importante!) al colore ed al modello.

Ve ne sono, ad esempio, di ritardanti, di stimolanti e persino quelli di facile applicazione come il Preservativo con linguetta

L’importanza del preservativo

  • Il preservativo è il modo più efficace per proteggersi dalle MTS
  • Il preservativo è responsabilità di entrambi i partner
  • Portarlo con sé  non significa essere “facile” o essere troppo sicuri di sé ma solo essere responsabili
  • Usarlo non interrompe l’intimità del rapporto ma può essere anche un normale preliminare
  • L’imbarazzo è normale ma il sesso in sé è imbarazzante
  • Il preservativo ha una data di scadenza e va conservato in un luogo adatto

Dibattiti e riflessioni

Cosa ne pensi delle donne che portano in borsa un preservativo?

Se questa informazione ti è stata utile seguici sulla pagina Facebook Parole di Sessuologia

Da questa settimana è, inoltre possibile, inviare dubbi, curiosità e domande anonime per la Rubrica LA SESSUOLOGA RISPONDE.

E’ possibile inviare i messaggi tramite la pagina facebook, tramite mail al paroledisessuologia@gmail.com o tramite il modulo sottostante:

Infine la dott.ssa Roberta Autore, psicologa e Sessuologa, effettua sedute anche online tramite il portale skype ed è possibile contattarla via mail paroledisessuologia@gmail.com o telefonicamente (3338532919) per fissare il colloquio.

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e di proprietà dell’autore.

Le immagini sono, invece, tratte dal web e di proprietà dei relativi autori.

Scritto da Roberta Autore

Il preservativo femminile: femidom

Postato il Aggiornato il

Il femidom è uno dei nomi del profilattico femminile. Si tratta di uno strumento di prevenzione che può essere utilizzato dalle donne per prevenire gravidanze e malattie a trasmissione sessuale (MTS).

  • Dove trovarlo

In Italia, purtroppo, è poco conosciuto e poco diffuso ma si può acquistare in alcune farmacie o presso alcune associazioni (ad esempio la Lila). Ma consiglio altamente l’acquisto online su Amazon!

  • Il costo

Una confezione da 3 Femidom in Farmacia costa circa 7,50 Euro ma su Amazon il costo è molto ridotto se si acquistano grandi quantità, nel caso da condividere con le amiche!

La confezione da  2 Femidom su Amazon costa 5,49

Mentre la confezione da 30 Femidom ha un costo totale di 35 euro con Amazon Prime con un costo di circa 1,16 a preservativo che è davvero super conveniente!

  • Com’è fatto

Il preservativo femminile è composto in lattice anallergico, lo stesso materiale dei preservativi maschili.

E’ composto di un anello chiuso semi-rigido e da un corpo cilindrico flessibile

Immagine1

Immagine2

  • Come si indossa

Il preservativo femminile è relativamente semplice da utilizzare (all’interno sono anche presenti le istruzioni!): dalla confezione va aperta, il preservativo srotolato,  poi bisogna stringere l’anello dell’estremità chiusa e infilarlo in vagina proprio come un assorbente interno, l’estremità chiusa deve essere spinta con le dita fino alla cervice, mentre il lato aperto va lasciato fuori dalla vagina di circa un centimetro, quindi si copriranno le grandi labbra.

Come si indossa il preservativo femminile

Spero che questo articolo possa esserti stato utile, fammelo sapere scrivendomi su Instagram!

Questo articolo è solo una scheda di approfondimento all’articolo principale: Malattie a Trasmissione Sessuale (MTS): come insegnare la prevenzione che ti invito assolutamente a leggere.

Per altri tipi di preservativo ti consiglio l’articolo: Il preservativo come si usa? connesso alla breve scheda di approfondimento: Il Dental Dam: a cosa serve? Dove si compra?

Infine ti lascio con un interrogativo: Cosa ne pensi delle donne che portano in borsa al primo appuntamento un preservativo?

 

Se questa informazione ti è stata utile o vuoi parlarne seguimi sul mio profilo Instagram La Sessuologa Risponde oppure sulla pagina Facebook Parole di Sessuologia

Da questa settimana è, inoltre possibile, inviare dubbi, curiosità e domande anonime per la Rubrica LA SESSUOLOGA RISPONDE.

E’ possibile inviare i messaggi e domande tramite Instagram o con il modulo sottostante:

Infine in qualità di Psicologa e Sessuologa, effetto sedute anche online tramite il portale skype ed è possibile contattarmi via mail paroledisessuologia@gmail.com o telefonicamente (3338532919) per fissare il colloquio.

 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e di proprietà dell’autore.

Le immagini sono invece tratte dal web e proprietà dei relativi autori.

Scritto da Dottoressa Roberta Autore

Il Dental Dam: a cosa serve? Dove si compra?

Postato il Aggiornato il

Il Dental Dam è un foglio di plastica sottile che può essere posto tra la vagina o l’ano e la bocca per fungere da barriera alle principali malattie a trasmissione sessuali (MTS) .

dental-dam

Il nome Dental Dam è dovuto alle origini dentistiche della barriera. Ma attualmente è molto in uso per la prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale in particolar modo nella comunità lesbica e, di conseguenza, è reperibile in farmacia ma anche su amazon al seguente link!

I Dental Dam sono disponibili in diverse forme e colori e, pur rappresentando una barriera tra i partner, il dental dam consente di trasmettere sensazioni piacevoli ed eccitanti. Si consiglia di utilizzarlo con un lubrificante a base acquosa.

Immagine4

In caso d’emergenza per praticare in sicurezza si potrebbe anche usare un preservativo tagliato ma vista la grandezza è decisamente preferibile usare il Dental Dam

condoms-dental-dam-1-300x300

Se questa informazione ti è stata utile seguimi sul mio profilo Instagram La Sessuologa Risponde dove rispondo direttamente a domande e curiosità o visita la Pagina Facebook Parole di Sessuologia

Puoi anche mandarmi un messaggio tramite il modulo sottostante:

 

Infine la dott.ssa Roberta Autore, psicologa e Sessuologa, effettua sedute anche online tramite il portale skype ed è possibile contattarla via mail paroledisessuologia@gmail.com o telefonicamente (3338532919) per fissare il colloquio.

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo e sono riservati e di proprietà dell’autore.

Le immagini sono, invece, tratte dal web e di proprietà dei relativi autori.

Scritto da Roberta Autore

5 Idee dell’ultimo minuto per San Valentino

Postato il Aggiornato il

Domani è San Valentino! Il tempo scorre veloce e non si riesce a trovare il regalo giusto. Un dono che non sia commerciale ma che possa esprimere i nostri sentimenti con piccoli gesti ricchi d’amore. Ecco quindi le 5 idee dell’ultimo minuto per San Valentino:

1. Lettera d’amore: Un foglio, una penna ed i nostri sentimenti. E’questo l’occorrente per una vera lettera d’amore. Si può iniziare trovando un posto tranquillo dove pensare alla persona che amiamo. Cominciando con una brutta copia possiamo descrivere alcuni episodi del passato, il primo incontro o il primo bacio. Possiamo scrivere dei progetti futuri e dell’eternità dell’amore e per concludere possiamo spruzzare qualche goccia del nostro profumo sulla nostra lettera d’amore.

Lettera d'amore

2. Love Jar: Trovate un barattolo, uno qualsiasi, della marmellata o della nutella, della salsa o dei cetriolini. Se possibile decoratelo con fantasia ed amore.Poi inserite all’interno i cioccolatini preferiti del vostro amore. Prendete dei post-it colorati e scrivete su qualche frase d’amore. Infine per i più romantici potete inserire anche alcuni coupon da usare in futuro come “Colazione a letto” o “Serata dei baci”.

love jar

3. Sweet love: Anche per quest’idea abbiamo bisogno di un barattolo o una tazza. All’interno inseriremo il necessario per una romantica cioccolata calda come del cacao amaro, dello zucchero o del ciobar, dei marshmallow, alcuni biscotti senza dimenticare un dolce bigliettino da attaccare al barattolo.

Sweet love san valentino

4. Chocolate Love: Prendete una tavoletta di cioccolata qualsiasi, togliete l’involucro di carta e lasciate solo il pacchettino in alluminio. A questo punto stampate una confezione personalizzata per la persona che amate. Ma non solo. Questa è un’idea carinissima anche per amici e genitori o single incalliti. In questo link di Plus Kawaii potrete trovare maggiori dettagli e i pdf già pronti per la stampa.

Chocolate Love San Valentino

5. Serata romantica in camera da letto: può sembrare scontato e forse anche poco romantico ma non c’è nulla di meglio che ricevere le attenzioni giuste in camera da letto. Si può organizzare una serata in un hotel o stanza a tema per uscire dalla routine quotidiana ma anche una cena a lume di candela nel ristorante preferito o a casa (grazie anche ad un comodo servizio d’asporto). Un film romantico che ricordi la caducità e bellezza dell’essere insieme come Sweet November o La casa sul lago del tempo. Ed infine un pizzico di novità in camera da letto. Basta poco: lenzuola di seta, petali di rosa, lubrificanti dai sapori esotici, sex toys, biancheria sexy o giochi di ruolo.

Serata romantica in camera da letto san valentino

Ecco quindi i 5 regali dell’ultimo minuto ma ricordiamoci anche l’amore è universale e domani possiamo sostenere alcune iniziative sociali per l’amore postando  sui social semplicemente una foto del bacio con la persona che amiamo con l’hashtag #unbacioperidiritti per il progetto #svegliatitalia.

Per le festività future invece puoi già avvantaggiarti acquistando da questo link: Buoni Regalo Amazon

 

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

Scritto da Roberta Autore

 

 

Scappatella con l’Ex: pro e contro

Postato il Aggiornato il

Ormai la storia d’amore è finita da tempo, da mesi non ci si vede, si sta dimenticando tutto il dolore della fine della relazione d’amore e si comincia ad uscire con altre persone.

Poi un giorno si rivede l’ex, si pensa a quanto sia sexy, a come era bello il sesso insieme e basta una notte di debolezza ed ecco che si ricomincia a fare sesso.

Sono ormai tanti gli uomini e le donne che dopo aver concluso una relazione d’amore ricominciano a fare sesso con il proprio ex. Secondo l’articolo della giornalista Kristen Houghton sono varie le ragioni di questo comportamento:

  • Il sesso strepitoso è il punto principale: l’ex conosce tutte le vostre fantasie, le più intime zone erogene e l’affiatamento tra voi era l’unica cosa perfetta.
  • Illusione di sesso sicuro: sembra che molte persone ritengano che fare sesso con il proprio ex protegga automaticamente dalle malattie a trasmissione sessuale. Ma in realtà non c’è nulla di più sbagliato. Conoscere bene il proprio partner, infatti, non protegge in alcun modo dalle MTS.
  • Scappatella: il brivido di incontrarsi di nascosto, non raccontare a nessuno chi è il “partner misterioso”, darsi appuntamenti fuori mano e incontrarsi in auto e nei parcheggi. Questo è il fascino di una relazione clandestina, che spesso rende il sesso ancora più eccitante.
  • Vendetta: Come non ripagare la donna o l’uomo che vi ha rubato il partner con la stessa moneta? Chi rinuncerebbe a una simile piccante vendetta. Essere tu l’altro uomo o l’altra donna sembra non avere prezzo per le persone che sono state tradite.

Queste sembrano essere le ragioni che spingono fra le braccia del proprio ex. Ma quali i pro e quali i contro? 

Parlarne con un  consulente sessuale può aiutare a stilare la tua personale lista di vantaggi e svantaggi.

In linea generale, probabilmente dell’ottimo sesso può essere una ragione valida per una scappatella con l’ex, ma spesso in questo modo si finisce con il vivere le medesime situazioni del passato senza mettersi in gioco con un nuovo compagno. Fare del sesso occasionale con l’ex può far aumentare l’autostima, può essere una rivalsa per la conclusione non voluta di una grande storia d’amore ma non permette di tenere le giuste distanze che aiutano ad elaborare il “lutto amoroso”, il periodo di sofferenza dopo la fine di un’importante storia d’amore.

Quindi dell’ottimo sesso, una piccante vendetta possono essere la soluzione momentanea, ma di certo non è bene che diventi una situazione duratura.

1898128 (1)

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

 

Scritto da Roberta Autore