la coppia

Scappatella con l’Ex: pro e contro

Postato il Aggiornato il

Ormai la storia d’amore è finita da tempo, da mesi non ci si vede, si sta dimenticando tutto il dolore della fine della relazione d’amore e si comincia ad uscire con altre persone.

Poi un giorno si rivede l’ex, si pensa a quanto sia sexy, a come era bello il sesso insieme e basta una notte di debolezza ed ecco che si ricomincia a fare sesso.

Sono ormai tanti gli uomini e le donne che dopo aver concluso una relazione d’amore ricominciano a fare sesso con il proprio ex. Secondo l’articolo della giornalista Kristen Houghton sono varie le ragioni di questo comportamento:

  • Il sesso strepitoso è il punto principale: l’ex conosce tutte le vostre fantasie, le più intime zone erogene e l’affiatamento tra voi era l’unica cosa perfetta.
  • Illusione di sesso sicuro: sembra che molte persone ritengano che fare sesso con il proprio ex protegga automaticamente dalle malattie a trasmissione sessuale. Ma in realtà non c’è nulla di più sbagliato. Conoscere bene il proprio partner, infatti, non protegge in alcun modo dalle MTS.
  • Scappatella: il brivido di incontrarsi di nascosto, non raccontare a nessuno chi è il “partner misterioso”, darsi appuntamenti fuori mano e incontrarsi in auto e nei parcheggi. Questo è il fascino di una relazione clandestina, che spesso rende il sesso ancora più eccitante.
  • Vendetta: Come non ripagare la donna o l’uomo che vi ha rubato il partner con la stessa moneta? Chi rinuncerebbe a una simile piccante vendetta. Essere tu l’altro uomo o l’altra donna sembra non avere prezzo per le persone che sono state tradite.

Queste sembrano essere le ragioni che spingono fra le braccia del proprio ex. Ma quali i pro e quali i contro? 

Parlarne con un  consulente sessuale può aiutare a stilare la tua personale lista di vantaggi e svantaggi.

In linea generale, probabilmente dell’ottimo sesso può essere una ragione valida per una scappatella con l’ex, ma spesso in questo modo si finisce con il vivere le medesime situazioni del passato senza mettersi in gioco con un nuovo compagno. Fare del sesso occasionale con l’ex può far aumentare l’autostima, può essere una rivalsa per la conclusione non voluta di una grande storia d’amore ma non permette di tenere le giuste distanze che aiutano ad elaborare il “lutto amoroso”, il periodo di sofferenza dopo la fine di un’importante storia d’amore.

Quindi dell’ottimo sesso, una piccante vendetta possono essere la soluzione momentanea, ma di certo non è bene che diventi una situazione duratura.

1898128 (1)

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

 

Scritto da Roberta Autore

Annunci

Il calendario affettivo: la routine d’amore

Postato il Aggiornato il

Sta per iniziare settembre, un nuovo inizio per molti. Si ritorna dalle vacanze e si ricomincia la routine quotidiana, scuola, lavoro, figli, mille cose a cui pensare e mille cose da fare. E’ facile quindi tralasciare la vita sessuale e l’intimità nella coppia.

“Ho lavorato troppo, sono stanchissimo, perché non rimaniamo a casa?”

“Con tutto quello che c’è da fare non ho un attimo per me, non sono nemmeno andata dall’estetista, figuriamoci il parrucchiere!”

Queste alcune delle frasi che abbiamo la tentazione di dire o almeno pensare. Tuttavia l’intimità nella coppia va coltivata ed innaffiata quotidianamente. Molti pensano che così la vita sessuale diventi un obbligo. “Dov’è finito il romanticismo?” potreste chiedervi. Ma vi assicuro che non si tratta di questo, a volte con gli anni e gli impegni giornalieri si perde l’abitudine all’affetto che pian piano diminuisce fino anche a sparire. Non servono molte cose, ecco alcuni suggerimenti pratici per riabituarvi all’intimità quotidiana attraverso il calendario affettivo:

  • Scegliere un giorno al mese per il proprio partner. Quel giorno si accontentano i suoi desideri. Una mostra desiderata da tempo? Un film di quelli che proprio odiate? Quel pub sgangherato dove si vede la partita urlando tutti assieme? Pensate a cosa desidera il vostro partner oppure chiedete a lui/lei. Sarà una giornata davvero speciale, magari per voi un po’ noiosa ma di sicuro renderà più affiatata la vostra coppia. Magari il mese prossimo sarà il vostro partner a dedicarsi ai vostri desideri!
  • La grande coccola del mese. Detta così non dice molto ma vi spiego. Per grande coccola del mese intendo un paio d’ore al mese in cui vi dedicate al vostro partner nell’intimità. La regola della grande coccola è rimanere in intimo, ci si sdraia sul letto e si coccola l’altro senza andare oltre. La grande coccola deve essere ricambiata dal partner, un ora a testa o mezz’ora a testa andranno benissimo. Quindi cosa fare in intimo per due ore? Beh, ci sono tante cose da fare: massaggi con oli speciali, provare nuove sensazioni con qualcuno dei cinque organi di senso, baciare parti del corpo di solito trascurate (la piega del gomito è una grande zona erogena!). Le idee verranno pian piano basta iniziare!
  • Un pensiero romantico a settimana. Si ok, può sembrare impegnativo. Ma, credetemi, non lo è. Innanzitutto ridimensioniamo la parola romanticismo. Non serve un aereo che spara rose dal cielo, basta un fiorellino raccolto per strada. Non serve la poesia romantica, basta un post-it con scritto “Buona giornata amore“.  Piccoli gesti settimanali o persino quotidiani che fanno capire al partner che lo amate ancora come il primo giorno, che non lo date per scontato.
  • Interessamento serale. Ogni sera si è stanchi, lo so. Il lavoro è andato male, mancano ancora i panni da stirare, il bambino sembra il coniglietto rosa ed iperattivo della pila duracel oggi. Ma come le pile anche voi avete ancora un po’ di energia rimasta prima di andare a dormire. Utilizzatela per chiedere al vostro partner “Com’è andata oggi?” e soprattutto per ascoltare la risposta. Ricevere ascolto e conforto, empatia ed interessamento possono trasformare una giornata disastrosa in una giornata come minimo sopportabile. Ascoltate con interesse e fate domande per capire meglio la situazione. Non offrite soluzioni e basta. La parte importante è l’ascolto e il sostegno. A volte potrete fare cose pratiche per aiutare il vostro partner altre volte no, ma in ogni caso il sapere che ci siete, che siete interessati fa sentire meno soli, ma soprattutto amati.
  • Un bacio quotidiano. Sembra scontato ma alcune coppie non si baciano tutti i giorni. Quand’è l’ultima volta che avete dato un bacio? E l’ultima volta che lo avete ricevuto? Se non ricordate bene “Era ieri? No forse stamattina” allora questo è assolutamente un appuntamento da segnare sul vostro calendario. E ricordate è importante non solo essere baciati ma anche baciare. Prendete voi l’iniziativa!

Ecco quindi le basi del vostro “calendario affettivo” vi sembrerà un obbligo, poco spontaneo e per niente romantico. Ma alla fine il gesto, il risultato, la coccola, il bacio, quelli sono veri, sono autentici. Poi con il tempo il “calendario affettivo” diventerà una buona abitudine per la vostra vita sentimentale e se avete problemi a seguirlo potete sempre rivolgervi al vostro consulente sessuale di fiducia!

Calendario-dell-amore

Le immagini sono tratte dal web e proprietà dei relativi autori. 

COPYRIGHTS Tutti i diritti sul testo sono riservati e proprietà dell’autore.

 

Scritto da Roberta Autore